IN DEEP – BETH HART

Beth Hart

 

IN DEEP loghetto

Parlare di Beth Hart può essere un complicato intrico di fili che fai fatica a dipanare ma ascoltare la sua musica rende tutto molto più chiaro. I suoi alti e bassi, Beth, li ha messi tutti in musica con una lucidità che non lascia scampo. C'è rabbia nella sua voce, c'è sofferenza, c'è voglia di rivalsa, c'è richiesta d'amore e allo stesso tempo il bisogno di stare sola a smazzarsi i suoi demoni. In poche parole: niente che il rock e il blues non possano curare. È così che Beth Hart si è salvata da se stessa e ha messo alle strette i suoi problemi (alcool, droghe e bipolarismo): da “Immortal” (del 1996), suadente rock da graffio, fino all'ultimo “Better than home”, intimistico blues che le fa fare pace con il passato turbolento per consegnarsi a un presente che la vede artista riconosciuta e premiata da pubblico e critica. Seguire l'evoluzione del suo percorso come song writer e compositrice vale la pena, ogni album segna una tappa importante con canzoni che riescono a scavare fino a toccarti i nervi, perché l'autenticità della sua comunicazione dà la scossa. Fondamentali le collaborazioni con artisti-icone dello show business (solo per fare alcuni nomi): Jeff Beck, Slash, Buddy Guy, Joe Bonamassa. Imperdibile il suo “Live at Paradiso” (2005), dove Beth e la sua band infiammano gli animi dei fortunati fans presenti nel famigerato locale di Amsterdam, come imperdibile è la performance con Jeff Beck al Kennedy Center Honors per celebrare Buddy Guy (2012) che provoca una standing ovation (guidata dal presidente Obama e consorte) con “I'd rather be blind” canzone portata al successo da Etta James. L'album “Don't explain” (2011) della coppia d'assi Hart/Bonamassa contiene covers dei pezzi blues più emozionanti della storia, bissato da “Seesaw” (2013), e il tour che li vedeva insieme lo si può definire un must per chi vuole approfondire la conoscenza di Beth.

Nel sito ci trovate tutto: http://www.bethhart.com/

Avrete capito che le sono affezionata e, come ogni fan che si rispetti farebbe, voglio consigliarvi di spendere un po' del vostro tempo per ascoltare alcuni brani che ho scelto per voi, così, tanto per cominciare:

Immortal” (1996) https://www.youtube.com/watch?v=XGWN-li1WgY

da “Screamin' for my supper” (1999)

L.A. Song (get out of this town) https://www.youtube.com/watch?v=xlpQ7IOlov4

Is that too much to ask https://www.youtube.com/watch?v=96yk-OvSHZE

Get yo' shit together https://www.youtube.com/watch?v=Md7goGIM07c

da “Leave the light on” (2003)

Leave the light on https://www.youtube.com/watch?v=vGQChwlN5XU

Bottle of Jesus https://www.youtube.com/watch?v=Add5rxlkMo0

Broken & ugly https://www.youtube.com/watch?v=OevFJPG_5xk

da “37 days” (2007)

As good as it gets https://www.youtube.com/watch?v=OjL_2aIxY-c

One eyed chicken https://www.youtube.com/watch?v=BjKcu8sOTBw

Sick https://www.youtube.com/watch?v=4C8U8yDPj4k

Soul shine https://www.youtube.com/watch?v=IzRF3cDIPQw

Heaven look down https://www.youtube.com/watch?v=vyiqA_WrSOc

da “My California” (2010)

Drive https://www.youtube.com/watch?v=PazO0uwD_RM

Sister Heroin https://www.youtube.com/watch?v=Q4Sj6q0V8f0

Like you (and everybody else) https://www.youtube.com/watch?v=4F64fLmc5VU

da “Don't explain” (2011)

Chocolate Jesus https://www.youtube.com/watch?v=3TkitGRoGM8

Strange Fruit https://www.youtube.com/watch?v=3Qf_aytrlpQ

I'd rather go blind https://www.youtube.com/watch?v=VV8wSZXlD3U

da “Bang bang boom boom” (2012)

Bang bang boom boom https://www.youtube.com/watch?v=oNj_JpWJqEg

Caught out in the rain https://www.youtube.com/watch?v=MtH7D0tAo7c

Better man https://www.youtube.com/watch?v=K67Ew-ERxyA

Spirit of God https://www.youtube.com/watch?v=XaY6bo9VtC0

Swing my thing back around https://www.youtube.com/watch?v=fO27_khBp_I

Seesaw” (2013) https://www.youtube.com/watch?v=yZtTxEFVp4I

da “Better than home” (2015)

Mechanical Heart https://www.youtube.com/watch?v=FasdCDaYoko

Might as well smile https://www.youtube.com/watch?v=QtaPKTNH4lM

Tell her you belong to me https://www.youtube.com/watch?v=CYABiE1-FAQ

Trouble https://www.youtube.com/watch?v=Qynkittsy9o

The mood that I'm in https://www.youtube.com/watch?v=Bu9ULNm66ko

 

 

2 Comments

  1. alberto di leone

    14 gennaio 2016 at 13:44

    Ciao Barbara…ho scoperto solo ora questo tuo articolo…vorrei segnalarti la mia facebook fan page su Beth…se tu già non la conoscessi….spero di avere un riscontro da parte tua…

     

    Alberto Di Leone

    https://www.facebook.com/BethHartItalianFanClub/

     

    • Barbara Favaro

      15 gennaio 2016 at 14:07

      Ciao Alberto, benvenuto :)

      non conoscevo la pagina del Beth Hart Fan Club Italiano… ho cliccato Like, ovviamente. Buon lavoro e buon rock a te 😉

      b-

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *