Intervista ai Dioniso: “Ci ispiriamo alle grandi rock band anni ‘60\’70”

Dioniso

Da venerdì 10 aprile è in rotazione radiofonica “SU-SPIRE” (Hamsa Music Production), il nuovo singolo della band siciliana DIONISO, disponibile su tutte le piattaforme digitali. La loro è una musica moderna con un insolito retrogusto vintage a tratti ipnotico a tratti liberatorio. Ora stanno lavorando alla realizzazione dell’album e noi li abbiamo intervistati:

Siamo incuriositi dalla scelta del nome del gruppo, vi andrebbe di parlarcene e di raccontare un po’ la genesi della band?
Certo, cercavamo un nome che rappresentasse quello che siamo e sentiamo al meglio, Dioniso è una delle grandi divinità della mitologia greca, un dio che induceva al canto, alla danza, alla festa e questo è proprio il nostro proposito! Emulando quanto fatto da Dioniso vorremo riuscire a sconvolgere con la nostra musica chi ci ascolta portandolo in una dimensione di emozioni, passione e irrazionalità. La nostra band nasce nel febbraio 2018 quando Francesco Campo (chitarrista), incontra Andrea Sciacca (batterista, percussionista) in occasione di un live, dal loro confronto nasce l’idea di creare una formazione con l’essenza musicale del rock anni ‘60/’70. La ricerca del frontman adatto si è conclusa con la scoperta di Filippo Ferro il cui ‘incontro è avvenuto in modo bizzarro in occasione di una festa in maschera nella quale Filippo e il suo carisma la facevano da padrone. Sin dalla prima prova in sala abbiamo percepito un’intesa di gran lunga superiore a qualsiasi altra esperienza musicale provata, l’energia generata era davvero notevole e mancava solamente il bassista. Questo ruolo è stato ricoperto per un periodo da un paio di musicisti ma nel 2019 la band si è sigillata definitivamente con l’ingresso nella formazione di Filippo Novello, giovane bassista e pianista che ha condiviso dal primo momento la nostra stessa energia e la passione per la musica che ci contraddistingue.

Siete qui per presentare il vostro singolo “Su-Spire”, di cui avete già girato anche il video, tra l’altro complimenti perché è molto bello. Parlateci di questo brano.
Grazie davvero! Leggere questo tipo di commenti non può che renderci fieri del lavoro che abbiamo svolto. Ogni giorno lavoriamo costantemente al fine di creare un prodotto, a livello qualitativo, quanto migliore possibile. Su-Spire è il primo singolo composto insieme alla Hamsa Music Production. È un brano che porta con sé la nostra anima, vogliamo trasmettere in maniera forte, naturale ed immediata la sintesi vera del nostro messaggio musicale. Il sound richiama i mitici anni ‘70, contestualizzato al giorno d’oggi grazie all’uso di synth e suoni elettronici moderni che ne amplificano la profondità sonora e il testo porta un concetto quasi surrealista in quanto è paragonabile a un quadro caratterizzato da molte sfumature che tendono ad evocare immagini forti e suggestive.

Quali sono i vostri punti di riferimento nel mondo della musica e quali sonorità vi descrivono meglio?
Traiamo ispirazione dalle grandi rock band anni ‘60\’70, sicuramente i Led Zeppelin ed i Doors sono le nostre principali influenze. Questi gruppi storici hanno riscoperto la musica di grandi artisti del Delta Blues da Robert Johnson a Muddy Waters, l’hanno resa propria rinnovandola e scatenando una vera e propria rivoluzione musicale. Al giorno d’oggi gli Imagine Dragons e i Tame Impala sono gli artisti che seguiamo con maggior interesse, siamo affascinati dalla loro forza espressiva e dal loro sound davvero unico.

C’è un artista che vi piacerebbe vi affiancasse nello studio di registrazione per farvi da “mentore”?
Kevin Parker (Tame Impala) è sicuramente l’artista attuale con cui vorremmo collaborare in studio. Le innovazioni portate dalle sue sonorità, le tecniche innovative di registrazione e soprattutto l’originalità delle idee da lui attuate in fase di produzione musicale ci danno il più grande degli insegnamenti ovvero quello di non aver mai paura nell’esprimere la propria natura emozionale.


Quali sono secondo voi le difficoltà che ha una band emergente nel nostro Paese, in particolare in Sicilia?
La Sicilia è una terra di grandi talenti artistici che purtroppo spesso non riescono ad avere la giusta visibilità per poter diffondere le proprie creazioni. Per farcela serve una forza di volontà non comune, non smettere un attimo di credere nel valore di quello che si produce oltre al fattore fortuna indispensabile nella vita di qualsiasi persona. Il nostro è un Paese che per alcuni anni ha smesso di credere nel nuovo e nel diverso, però recentemente abbiamo notato con grande piacere che è tornato ad esserci un forte fermento musicale. La voglia di rischiare e facendo scelte originali e innovative è tornata, sicuramente vogliamo far parte di questa nuova categoria di artisti con la volontà di essere in qualche modo portatori di un cambiamento nello scenario della musica italiana.

Vista la vostra giovane età avete tanta strada che potete ancora fare con la vostra musica. Quali sono i vostri obiettivi per i prossimi mesi e anni?
Purtroppo in questo periodo critico i live che dovevamo affrontare sono stati rimandati e pianificarne di nuovi al momento è prematuro dato che ancora non si hanno linee guida specifiche da parte del governo nel campo dello spettacolo. Procederemo dunque con la pubblicazione di nuovi singoli sperando che  possano entrare nelle case di tutti e che possano diffondere il nostro messaggio musicale donando un momento di svago in un periodo in cui ci sarà bisogno di ripartire e di vincere tutti insieme la battaglia contro questo avversario invisibile. Nei prossimi anni l’obiettivo sarà quello di consolidare sempre di più il nostro successo cercando di lavorando sulle future creazioni e sperando queste possano essere diffuse sui palchi più importanti d’Italia! Vogliamo creare qualcosa che duri nel tempo e negli anni a venire.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *