Le Playlist di Jaywork Music Group su Spotify… e l’estate rilassa

 

Non è un’estate perfetta, ma viverla a ritmo di musica è decisamente emozionante. Un gran bel modo di farlo è seguire su Spotify il profilo di Jaywork Music Group, un luogo pieno di musica di ogni genere, con tante playlist sempre aggiornate.

Raggiungere Jaywork Music Group su Spotify è decisamente facile. Basta cliccare qui: https://open.spotify.com/user/jayworkofficial.

La prima playlist di riferimento per tutto l’universo Jaywork Music Group è Jaywork Dance Party, che contiene tutte o quasi le novità del gruppo. In questo mometo il primo brano è “So Sexy”, di Nico Heinz, Max Kuhn & Fabio De Magistris, professionisti della console che ci regalano una ventata di groove e sensazioni decisamente positive per i dancefloor, radio show e dj set… ma i pezzi sono ben 59 per cui di musica ce n’è, eccome.

Da qualche giorno è poi partito un nuovo progetto musicale. Assieme a Pascal Hendrick e a tutto il suo gruppo di produzione, è nata una nuova label, Reworked Music. Quest’etichetta rivisiterà i grandi successi pop attuali e del passato. In questo momento, mentre scriviamo, la playlist inizia con la celeberrima “Relax” dei Frankie Goes to Hollywood reinterpretata da Matteo Sala e One Man Sound.

Chi ama la afro house, poi non si perda la Afro House Selection, 20 tracce perfette per godersi il tramonto ad Ibiza o ovunque. E’ il sound i Plane Arc Records, semplicemente perfetti per rilassarsi o muovere appena appena il piedino con un drink in mano, anche in questa estate difficile.

///

Jaywork Music Group gestisce diverse label ed è attiva sul mercato italiano ed internazionale ormai dal lontano 1998. I generi musicali delle diverse produzioni Jaywork sono tanti, mentre l’approccio di Luca Peruzzi e Luca Facchini è sempre lo stesso: spensieratezza nelle canzoni, cura del prodotto e musica che possa piacere anche all’estero. E’ una formula di un lavoro, quella di Jaywork Music Group, che sembra destinata a far strada nel tempo. Tutto questo si concretizza anche grazie ad una community di artisti e dj che mettono la loro creatività anche al servizio di un progetto da portare avanti insieme e non come solisti.

Home

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *