LIVE Report: Red Hot Chili Peppers, SAN SIRO 2017

rhcp-ita

Il 21 Luglio 2017 l’ Ippodromo SNAI di San Siro è stato infiammato dalla band che ha segnato gli ultimi trent’anni del mondo della musica: i Red Hot Chili Peppers. La band di Los Angeles ha viaggiato il mondo con il The Gataway World tour (per la pubblicizzazione dell’omonimo nuovo album) a partire da Maggio 2016, ed ha toccato la terra italiana per ben due volte: il 20 luglio a Roma e il giorno dopo a San Siro.

Nonostante la pioggia, le 36 000 persone presenti sono rimaste fedeli alla band, aspettandola sin dalle prime luci del mattino all’entrata dell’ippodromo per accaparrarsi i posti migliori. Dopo lo show d’apertura, affidato alla band KNOWER (la nuova frontiera dell’indie elettronica, anch’essi originari della Città degli Angeli), inizia finalmente lo spettacolo vero e proprio. Sulle note di “Around the world” (singolo estratto da uno dei più celebri album della band “Californication”) la folla di Milano inizia a saltare e scatenarsi come un unico corpo, dalla prima fila fino agli ultimi residui di gente a pochi metri dalle porte d’uscita.

 

 

Con le sole prime canzoni della scaletta i Red Hot Chili Peppers sono riusciti a smentire tutte le critiche relative alla loro ormai forse un po’ troppo avanzata età. Certo, ogni tanto si sentiva la mancanza di interazione col pubblico, essendo lo show strutturato come un vero e proprio susseguirsi di canzoni, senza pause per relazionarsi con la folla milanese, ma la sola enfasi e passione con la quale la band si è esibita, è bastata per far scatenare gli italiani e regalare ai presenti emozioni indimenticabili. Sono seguiti i grandi successi che hanno portato il gruppo americano alla meritata fama internazionale, come l’indimenticabile “Snow (Hey Oh)”, o “By the way”, loro vero e proprio cavallo di battaglia. Con quest’ultimo brano si è sentita tutta la furia ed eccitazione del pubblico, trasformatasi in sudore grondante dalle bandane rock and roll e in voci levate alte verso il cielo, come un’unica invocazione. Non sono nemmeno mancate le ultime hit (dall’album “The gataway”, uscito a Giugno 2016, che StandOut ha prontamente recensito), come il lead single “Dark Necessities”, “Go Robot”, oppure “Goodbye angels” (già diventata un’altra canzone immortale della band).

La vera ciliegina sulla torta per lo show però sono stati i momenti d'improvvisazione, che non tutte le band sanno presentare dignitosamente come hanno fatto i Red Hot Chili Peppers la scorsa sera. Fra una canzone e l'altra, infatti, quando il frontman Anthony Kiedis usciva qualche minuto dalla scena per riprendere fiato, ecco che il chitarrista Josh Klinghoffer (ultimo acquisto della band, entrato a farne parte nel 2009, dopo l'abbandono dello storico componente John Frusciante) e il bassista Flea (forse la vera icona della band) si lasciavano andare a qualche accordo d'atmosfera per intrattenere il pubblico, trasformando presto quelle poche note abbozzate al momento in una furia di suoni.

Nonostante l’assenza di alcune canzoni-monumento, come “Dani California” o “Under the bridge”, la relativa brevità dello show (è durato infatti “solo” ottanta minuti), e la conclusione decisamente troppo sbrigativa (affidata al brano “Give it away”, per nulla adatto a concludere uno show live), il pubblico è uscito ugualmente arricchito e soddisfatto dall’ippodromo SNAI di San Siro. La tappa milanese del “The Gataway World Tour” ha rinfrescato la calura della città, regalando al pubblico un ricordo indimenticabile.

Purtroppo Milano potrebbe non rivivere quest'esperienza. Circolano infatti voci relative ad un presunto scioglimento della band, o ad una loro pausa prolungata dal mondo della musica. Se così fosse il vastissimo mondo del rock and roll sentirebbe una mancanza non indifferente per la band che ha saputo ridimensionare i canoni della performance live. Per il momento non ci resta che assaporare le meravigliose immagini che ci hanno lasciato con questo loro ultimo concerto italiano.

Scaletta concerto

Intro Jam
Around the World
Snow ((Hey Oh))
Otherside
Freaky Styley
Dark Necessities
Hey
Fire
(The Jimi Hendrix Experience cover)
Go Robot
Californication
Charlie
Sick Love
Don't Forget Me
Suck My Kiss
I Could Have Lied
By the Way
Encore:
Goodbye Angels
Give It Away

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *