Paul Pedana: è uscito il nuovo album “Ex-Human”

Paul Pedana

Ex-Human è il nuovo album di Paul Pedana che ha scritto, composto e registrato quasi ogni strumento musicale di questo disco. Ex-Human è una profonda introspezione dell’essere umano di oggi. Il mondo ha bisogno di reinventare la parola "grottesco", perché nel 2017 questo termine non significa molto di più di ciò che effettivamente è la realtà di oggi. È una profonda critica alla nuova era della schiavitù dell'alta tecnologia che colpisce quasi tutti e distrugge ogni tipo di volontà umana, partendo dalla digitale anestetizzazione infantile fino alla triste accettazione del vortice della deumanizzazione. 
Gli arrangiamenti composti sono stati interpretati da un quartetto d’archi al Sound Studio Service e mixati da Marco Capaccioni, insieme a Paul. Altro importante contributo al disco è stato sicuramente il master realizzato da Giovanni Versari a La Maestà Mastering.

Nato ad Umbertide, in provincia di Perugia, Paul calca numerosi palcoscenici sia nazionali che internazionali. Numerose sono le tourneé e i concerti sia in Italia che all’estero con la sua band, gli Anthropos, di cui è co-fondatore, batterista, autore e compositore. Nel 2008, compie il primo tour italiano. Seppur senza un contratto discografico, Paul tiene concerti in tutta Italia, fino ad esibirsi all’Hard Rock Cafè di via Veneto a Roma. Dal 2009, comincia ad avere prestigio e fama nel resto d’Europa. Con gli Anthropos si esibisce a Cracovia, Minsk e Londra. Nella capitale britannica, nel 2011, risiede per circa un anno, suonando sotto contratto per un’agenzia di management di gruppi musicali e qui viene selezionato dall’agenzia New Faces UK come modello. Sempre a Londra, ha una grande esperienza di vita. Si unisce a degli artisti di strada e si esibisce nelle vie più famose, come Oxford Street e Hyde Park Corner.

Grazie alla sua vena artistica ed eclettica, Paul Pedana nel corso del tempo acquista una certa padronanza di se stesso sul palcoscenico, dominando la scena in ogni esibizione e scrive, ispirandosi a qualsiasi forma di dolore, sia personale che esterna (perché la straordinarietà dell’arte, molto spesso, a parer suo, nasce proprio da esso) più di centro brani, di cui la metà pubblicati e altrettanti inediti. Nella capitale della Bielorussia, viene valorizzato il suo lavoro. E’ una realtà parallela, un salto per la propria carriera artistica. A Minsk raggiunge la fama attraverso esibizioni come musicista e firma i suoi primi autografi, facendo sold out al National Youth Theater.

Nel 2014 si esibisce con gli Anthropos al Most Festival in Bielorussia, la più importante manifestazione musicale della Russia bianca, suonando a fianco di band del calibro dei Kasabian, Guano Apes, Skillet e John Newman. Negli anni a venire, alcune canzoni di Paul fanno parte di diversi progetti cinematografici italiani, come “Hamlet” (di Lorenzo Lombardi e Lorenzo Berti) e “Non ci indurre in tentazione” (di Nicola Santi Amantini).

 Il 2015 è un anno importantissimo per Paul Pedana poiché debutta alla prestigiosa O2 Academy di Londra presentando il suo primo singolo da solista chiamato Free, accompagnato dal suo suo amico musicista Sammy Tabet, riscuotendo un grande successo nella capitale britannica. Agli inizi del 2016 ha rilasciato il suo terzo singolo Kate girato a Cracovia dal regista Michal Braum. Soggetto e sceneggiatura sono stati scritti da Paul. Il 30 Ottobre 2017 è uscito il primo video musicale di Ex-Human il nuovo disco di Paul, che è stato girato a New York City, ossia Ellie The Alien.

 

Facebook: https://www.facebook.com/paulpedanaofficial
Youtube Channel: https://www.youtube.com/paulpedanaofficial
Twitter: https://twitter.com/paulpedana
Instagram: https://instagram.com/paulpedanareal
 

 

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *