Punk London: celebrare una sottocultura.

Schermata 2015-11-03 alle 00.03.27

Il Punk compie 40 anni quest'anno. Venite a festeggiare a Londra!

Il Punk non è morto. In realtà, è più vivo che mai. Quella che era iniziata come una strana sottocultura a metà degli anni '70 a Londra e New York, ha influenzato musica, moda, arte e design da allora.

Innanzitutto dimenticatevi dei punk che tengono i cartelloni promozionali dei ristoranti a Camden Market. L’eredità punk a Londra è molto più che spille da balia, Mohicani e selfie da due sterline. Sono trascorsi 40 anni da quando il punk è esploso in questa città: i pantaloni bondage diventarono il massimo nella moda di quel periodo e l'atteggiamento strafottente superò la voglia di imparare a suonare uno strumento per molti degli aspiranti musicisti.

Punk London è un sito dedicato a una serie di eventi che celebrano questo anniversario dell’atteggiamento piu’ anarchico e sboccacciato della città. È organizzato (sì, sono consapevole dell'ironia) da parte di alcuni delle più importanti associazioni culturali di Londra, tra cui il British Fashion Council, il BFI e il Museum of London.

Ecco qui di seguito cosa non potete proprio perdere in questo 2016 se volete celebrare il Punk a Londra:

pl_1

1.On/Off Fashion Week Punk Show

Punk London ha aperto con una serie di mostre minori a gennaio, ma il grosso inizia davvero a febbraio, quando il punk ritorna a Soho con la London Fashion Week. On/Off è una vetrina di desigers emergenti che incarnano lo spirito del punk rapportato al 2016.  www.thevinylfactory.com 19 – 21 Febbraio

pl_2

2.Sounds of London

I Cinefili musicali di Doc'n Roll Films presentano un programma speciale che include incontri con alcuni dei punk sopravvissuti più famosi, in più ci sarà l'anteprima mondiale di ‘Here to be Heard’: un nuovo documentario sui pionieri post-punk The Slitswww.docnrollfestival.com Febbraio e Marzo

pl_3

3.Dennis Morris: PiL – First Emission to Metal Box

Nato in Giamaica e cresciuto a Hackney, il fotografo Morris ha disegnato il famoso logo per i Public Image Limited, la band post-Pistols di John Lydon, e questa sarà la meritata retrospettiva del suo lavoro per PiL. www.ica.org.uk 22 Marzo – 17 Maggio

pl_4

4.Punk 1976-1978

La British Library (che è dove lavoro) non è di solito molto rock'n'roll, ma durante l'estate ospiterà questa mostra gratuita – punto focale del Punk London – che ripercorre l’esplosione creativa del punk e le sue conseguenze in musica, moda e carta stampata. www.bl.uk 13 maggio – 19 Settembre

pl_55.Design Museum

Il fine settimana prima che il Design Museum abbandoni definitivamente Shad Thames per trasferirsi a South Kensington, ospiterà due giorni di “interruzione” creativa con laboratori, musica e poesia. www.designmuseum.org 25 – 26 giugno

pl_6

6.Punk Weekender

The Ramones, Patti Smith, The Runaways, The Clash e altre leggende punk si sono esibite alla Roundhouse nel '76 dove è previsto un intero weekend di musica e poesia, compreso un giorno che rende omaggio alle donne punk. www.roundhouse.org.uk 9 – 10 July

pl_7

7.Rough Trade

Radicale e funzionante come una cooperativa, il negozio di dischi Rough Trade a Notting Hill, aprì nel 1976 e divenne ben presto la mecca per le persone a caccia dei singoli punk. Le feste di compleanno organizzate nel loro negozio comprendono una serie di concerti ed eventi, il tutto rigorosamente nello spirito collaborativo e cameratesco della Rough Trade, ovviamente. www.roughtrade.com

Per il momento è tutto, Io vi aspetto qui,

see ya!

From London With Love,
Marta Vezzola

 

 

marta vezzola

Dopo essermi diplomata alla Scuola d'Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano, mi sono trasferita a Londra per quello che doveva essere un corso intensivo di inglese di 2 mesi, che si è trasformato in scelta di vita. Ormai stabile a Londra dal 2007, mi potete trovare alla British Library.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *