Recensione: “Buona Vita” – I RIO

I Rio

La band emiliana I Rio pubblica il settimo album della sua carriera, uscito il 24 Maggio scorso e intitolato “Buona vita”. Il disco è composto da nove tracce ricche di positività a cui si aggiungono sonorità pop rock, spesso ai limiti del punk rock, come nel caso della prima traccia “Meno Male”.

L’omonimo singolo estratto dall’album è un brano nato per essere esibito live: alle le strofe tipicamente rock segue un bridge energico, che dà la giusta carica per il ritornello, creato per essere cantato a squarcia gola nella folla.

Ma andando avanti incontriamo pezzi più rilassati, come “E” o “Dopo c’è il blu”, due tracce che dipingono l’intensità e la passione di un rapporto complicato. La band cerca sempre di trovare la positività necessaria per affrontare ogni situazione difficile, attraverso testi ricchi di emotività ma allo stesso tempo riconoscibili e cantabili.

Fra i brani risulta inconfondibile “Scintilla”, dagli echi reggae, perfetto per una serata da ballare in spiaggia.

“Buona vita” è “un’invocazione alla resilienza, al ricercare quello che c’è di buono nella la vita dando sempre il meglio di sé”, come descrivono i componenti stessi della band. È un invito alla felicità e al porgere l’altra guancia quando le difficoltà della vita sembrano schiaffeggiarci continuamente il volto.

8/10

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *