Recensione: “Feel Spector” – Feel Spector

I Feel Spector mi sono piaciuti subito fin dal nome, evidente omaggio all’inventore di quel wall of sound a cui tutto il rock è debitore. Provenienti dall’area delle Alpi Apuane il gruppo si riallaccia alla tradizione psichedelica di quell’area e ruota intorno alle figure del chitarrista/cantante Fab Valley e del chitarrista/tecnico del suono Gab Chi. Il loro album d’esordio omonimo, pronto già dalla fine dell’estate 2019, e pubblicato solo lo scorso ottobre dall’etichetta Microclimate, viene riproposto proprio in questi giorni nella sua versione in vinile.

Il disco contiene otto brani, più l’introduzione “Nine Degrees”, in cui il fuzz chitarristico la fa da padrone, proiettando l’ascoltatore in atmosfere lisergiche retrò, variegate quel tanto che basta a mantenere l’ascolto piacevole e mai monotono, con il pregio di calarsi in tutti gli stilemi del genere senza per questo somigliare a nessun gruppo in particolare, soprattutto in virtù della voce Fab Valley che, col suo timbro più votato alla new wave, contribuisce a spezzare gli schemi di genere e a spazzare via qualsiasi immediato riferimento.

Se qualche affinità la si vuole necessariamente trovare, allora penserei agli Stooges in brani come “I’m going home” o “You Little Doll”, o ai Velvet Underground in “Pink Pale Toes”.

Ma non sono solo gli anni sessanta a ronzare in testa, rilevando anche echi di gruppi degli anni ‘80 come Bevis Frond, Flaming Lips (Have You Ever Seen The Light, Slightly All Night) o Spacemen3 (la strumentale Bodhi Waves o la conclusiva We’ll Let You Know).

In ultima analisi, un album completo in ogni suo aspetto che mi è piaciuto molto ascoltare senza aver mai avuto la tentazione di saltare al brano successivo.

Dal momento che questo genere musicale ha sempre avuto uno zoccolo duro di fan che si perpetua nel tempo, sicuramente questo disco riuscirà a riscuotere il consenso che merita permettendo ai Feel Spector di ritagliarsi il proprio spazio nel panorama di competenza.

Link acquisto del disco:

Bandcamp – https://feelspector.bandcamp.com/

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *