“Sei Felice” è la voglia di costruire un mondo migliore. Intervista a Fernando Alba

Fernando Alba

Sei felice” è il nuovo brano di Fernando Alba, edito da Maqueta Records, Don't Worry e Musikeria e tratto dall’album “La chitarra nuova”. Si tratta di un vero e proprio inno alla gioia che lo stesso artista definisce come “una canzone che ha il dono della ‘chiusura’”. Non a caso è l’ultima traccia del disco ed anche il brano con cui Fernando chiude tutti i suoi concerti. È una dose di coraggio per chi l'ascolta e per chi ha voglia di chiudere con il passato.

La redazione di StandOut gli ha fatto qualche domanda…

 

"Sei felice" è il tuo nuovo singolo: come mai hai deciso di far uscire questo brano in attesa del tuo nuovo lavoro discografico?
Alcuni brani del mio nuovo lavoro discografico sono pronti già da tempo, ma ho voluto fare un ultimo singolo tratto dall’album "La Chitarra Nuova" perché quell’album meritava ancora una volta di essere protagonista anche in questo 2017, con una delle canzoni che hanno dato inizio alla mia carriera artistica. Visto il periodo storico in cui viviamo, girare un videoclip vicino ad un simbolo come il Muro di Berlino e cantare in italiano un inno alla felicità, poteva accendere in qualche modo una riflessione nel cuore di chi vede o ascolta la canzone.  


Com'è nata l'idea del videoclip?
La regista Livia Alcalde dopo aver ascoltato la canzone ha espresso il desiderio di girare a Berlino una storia con me in bicicletta. Berlino negli ultimi anni, è stata protagonista di tante vicende politiche e sociali. Alzare i muri come per non vedere i problemi. Siamo tutti un po’ colpevoli ma non ci vogliamo prendere nessuna responsabilità. "Sei Felice" è un po’ la voglia di costruire un mondo migliore, intorno a te e intorno agli altri, si invoca la felicità come cura di tutti i mali. Girare in questa metropoli, costeggiando il muro di Berlino è un chiaro segnale di attenzione a quello che stiamo facendo.
 

 

Quali progetti hai in ballo con Maqueta Records?
La Maqueta Records è in quest’ultimo anno una delle poche realtà rimaste a Roma per quello che riguarda la musica delle nuove generazioni. Produce e distribuisce artisti nazionali ed internazionali, con una storia artistica o agli esordi. Ascoltiamo tutto il materiale che arriva dai social e dal sito e cerchiamo di proporre progetti originali che possano trasversalmente cogliere i gusti dei nostri follower.

 

Hai una lunga biografia: quali sono i momenti lavorativi più importanti?
Ci sono degli appuntamenti che ho atteso per anni, sia come cantautore sia come produttore o musicista. Ad esempio fare un concerto in posti importanti tipo l’Auditorium o festeggiare il successo di una particolare canzone. Questi traguardi sono il premio e la soddisfazione dopo tanto lavoro ma siamo sempre avidi di applausi e attenzioni, è per questo motivo che si tende a crescere artisticamente e a non accontentarsi degli obiettivi raggiunti.

 

Cosa dobbiamo aspettarci dal nuovo album?
Sicuramente delle nuove sonorità, legate al Rock Acido e al Pop Elegante che mescolate tra loro hanno creato il terreno fertile per le mie nuove canzoni. Sono un punto di stile, si intrecciano tra loro ma lasciano spazio all’immaginazione. Sono soddisfatto delle mie nuove canzoni, le canto sempre con particolare grinta ed entusiasmo, spero tanto che il nuovo album piaccia.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *