Dire Straits Legacy World Tour

Il progetto senza precedenti dei Dire Straits Legend si è trasformato in Dire Straits Legacy (per evidenziare l'intento del concept che è quello di rendere omaggio all'eredità musicale del gruppo rock britannico dIRE sTRAITS, ovviamente) riparte con un nuovo tour a maggio 2016, ma un'anteprima speciale è prevista per il 4 febbraio all'Atlantico di Roma e il 7 febbraio al Fabrique di Milano. La formazione? Semplice: Philip Palmer (chitarre e musical director) e Danny Cummings (percussionista) che nel 1991-1992 erano parte del On Every Street Tour, Alan Clark (tastierista dei Dire Straits dal 1980), Mel Collins (sassofonista) parte del tour del 1983, Steve Ferrone (batterista di fama notevole), Marco Caviglia (cantante e chitarrista) e Primiano Di Biase (tastierista).

Cosa ci si deve aspettare dai Dire Straits Legacy? Esattamente quello che hanno già fatto nel 2013 e 2014 (con diverse Line Up), ovvero: entusiasmare il pubblico che ha amato e continua ad amare i Dire Straits, pur rispettando la scelta del leader Mark Knopfler di concentrarsi sui suoi progetti solisti dopo il On Every Street Tour (1992), suonando i grandi successi che tutti conosciamo (da "Romeo and Juliet" a "Tunnel of love", "Money for nothing", "So far away") e i pezzi che soltanto i fans storici sapranno riconoscere e apprezzare ("Kingdome come" o "Iron hand", solo per citarne un paio). In poche parole: anziché soffrire inutilmente di nostalgia l'appuntamento è per febbraio con i Dire Straits Legacy a Roma o Milano, fate voi.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *