“Volevo far conoscere a più persone possibili le mie canzoni” – intervista a Shadouone

Il 28 agosto 2020 è uscito “SDB”, il quarto singolo di Shadouone. Un brano dalla base rap con un pizzico di pop accattivante. Sotto trovate il link per l’ascolto di “SDB” e potete leggere la nostra intervista all’artista.

Link per ascolto su Spotify: https://open.spotify.com/album/061dcH7UGIoYbi5hKt5BkH

Benvenuta. Sei originaria di Milano ed hai la passione per il rap. Perché il rap e non un altro genere musicale?

Ciao! Grazie mille a voi. Ho scelto questo genere perché quando ho iniziato a scrivere ho trovato nel rap lo stile più affine per comunicare tutto quello che stavo provando in un momento molto difficile. Come autrice scrivo anche generi molto diversi e non escludo di poterli includere nel mio progetto in futuro.

Ho letto che: “Non le piace l’etichetta di “cantante”, lei è prima di tutto un’autrice”. Puoi commentare tali parole?

Ho iniziato come autrice ed il progetto Shadouone è strettamente legato a questa sfera, volevo far conoscere a più persone possibili le mie canzoni e far uscire qualche pezzo mio mi sembrava una scelta adatta.

Abbiamo pubblicato “SDB”. Puoi parlarci della genesi di questo pezzo?

“SDB” nasce come sfogo, in un periodo della mia vita mi sono ritrovata con delle etichette che non mi rispecchiavano, ho scelto la più leggera (solo dolci buoni) come l’emblema di altre ben più dolorose. Non mi piace chi mette etichette, chi giudica le persone senza conoscerle, non mi piace l’ipocrisia.

Quale è la differenza tra “SDB” e i tuoi singoli precedenti?

I brani precedenti parlano delle mie utopie, sogno un mondo dove le persone sono buone, dove ci si aiuta reciprocamente dove non ci sono interessi esclusivamente materiali, dove tutti hanno “un cuore grande”. In “SDB” invece parlo un po’ più di me, di cose che ho vissuto sulla mia pelle.

Ragazza misteriosa che si lascia scoprire solo per la sua musica. Da dove trai ispirazione per i testi?

Ho avuto una vita un po’ difficile, fortunatamente sono riuscita a veicolare tutto nella musica, se non avessi quel vissuto forse oggi non riuscirei a scrivere. In generale la vita, le cose che vedo, le persone sono una continua ispirazione.

Io seguo diverse artiste dell’attuale panorama rap italiano: Comagatte, Doll Kill, Chadia Rodriguez etc. Come giudichi questo panorama rap indipendente al femminile?

Benissimo, apprezzo molte artiste ed in generale chi se ne sbatte dei preconcetti e prova a farsi largo in questo mondo.

Talento e studio. Come si devono intrecciare in un’artista?

Devono andare parallelamente. Lo studio fa si che il talento trovi la forma migliore per essere mostrato.

C’è un ep o un album per il futuro?

Al momento ragiono di singolo in singolo ma non precludo nessuna possibilità.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *