Recensione: “Non preoccuparti” – Stramare

"Non preoccuparti" è il titolo dell’ep di debutto del giovanissimo cantautore Stramare (Matteo Palazzolo all'anagrafe, di appena diciannove anni), prodotto in collaborazione con Kobayashi Management e previsto per il prossimo 12 Maggio.

L'album è composto da 5 canzoni, tutte con una melodia estremamente semplice, molto spesso ridotta solamente a chitarra e voce o arricchita solamente da qualche accordo di pianoforte o da una linea di basso. La traccia che apre l’ep è "Salsedine", primo singolo estratto dall’album: la canzone è intima e al limite dell’essenziale. Racconta la storia di un giovane amore che viene consumato sulla riva del mare, avvolto da una curiosa sensazione di malinconia. Le tracce successive collaborano a mantenere il clima rilassato e tranquillo introdotto dalla prima, proponendo all’ascoltatore ogni volta qualche nuova sfumatura di sensazioni o atmosfere, come la velata ironia di "Segni di vita", o lo smarrimento di "Ti ricordi?". La semplicità degli accordi si rispecchia nei testi, contemporaneamente profondi e significativi, ma immediatamente chiari all’ascoltatore per la loro essenzialità nella forma: la dimostrazione delle capacità cantautorali di Stramare.

"Non preoccuparti" è un album fatto per coloro che vogliono cercare uno spazio di serenità nel caos mondano, per chi ha voglia di staccare la spina per qualche minuto. Un elegantissimo esempio di come ricercatezza del messaggio e sobrietà di suoni e parole possano tranquillamente andare a braccetto l'un con l’altro.

TRACKLIST 

1. Salsedine
2. Luna
3. Sogni di vita
4. Ti ricordi?
5. Torino

  • 8.5/10
    - 8.5/10
8.5/10

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *