SETE: «Mi piacerebbe collaborare con Caparezza»

SETE

SETE è una cantautrice talentuosa al suo primo singolo. “Le cose più belle”, questo il titolo, è un brano dalle sonorità interessanti, quasi a chiedersi quando sarà possibile ascoltare dal vivo l’artista. Speriamo presto!
L’abbiamo raggiunta per porle qualche domanda.

 

Partiamo dall’inizio, ricordi il momento in cui hai capito che avresti voluto fare la cantante?
Non credo ci sia stato un momento preciso. Sento che è stata più come una costante lotta interna con me stessa, tra una parte di me spaventata e una innamorata della musica.

Da qualche settimana è in rotazione radiofonica il tuo nuovo singolo “Le cose più belle”.  Un brano genuino e fresco…ce ne puoi parlare?
“Le cose più belle” è una sorta di conversazione con un’entità divina in cui inizialmente il soggetto chiede una vita facile, per poi rendersi conto che vivrebbe una vita a metà senza tutte le difficoltà, e quindi anche le sofferenze, che ci aiutano a crescere e a diventare chi davvero desideriamo essere.

Se potessi scegliere con chi collaborare con chi ti piacerebbe farlo?
Caparezza. Senza ombra di dubbio.

Qual è il vero tratto distintivo della tua musica, ciò che ti rende differente da ogni altro artista presente sul mercato?
In realtà siamo tutti diversi, penso sia anche una questione di personalità. Ognuno riversa nella musica qualcosa di speciale, ed è la parte bella, la varietà.

Hai mai contemplato l’idea di salire sul palco dell’Ariston?
Ne ho tanti di sogni nel cassetto e di strada da fare, per ora il pensiero è lì.. come in attesa di capire che farne. Sicuramente mi piacerebbe.

Molti artisti si lamentano della scena musicale italiana. Tu cosa pensi? Parteciperesti a un talent?
In passato ho partecipato a qualche talent e ho capito subito che non è la cosa per me. Escono ragazzi molto interessanti anche da lì, quindi non li vedo in negativo. Di certo è un percorso che ha i suoi pro e i suoi contro. Bisogna saperlo gestire bene, soprattutto da un punto di vista emotivo e psicologico.

Che rapporto hai con il tuo pubblico?
Per il momento sono molto contenta delle persone che ascoltano la mia musica e dei loro feedback, trovo sempre i punti di vista altrui molto istruttivi. Nonostante poi faccia sempre tutto secondo una logica mia, però ascolto sempre, ecco. Penso sia importante avere una mente sempre ben aperta.

Quali saranno le prossime mosse di SETE dopo questo singolo?
Prossima mossa sarà certamente un secondo singolo che sta bollendo in pentola. Ancora sono indecisa tra due brani dei 6 che saranno presenti nel mio primo EP. Presto avremo un verdetto comunque.

C’è un messaggio particolare che vorresti lasciare in conclusione ai visitatori di StandOut?
Se non lo avete ancora fatto, andatevi a sentire “Le cose più belle” e lasciate un commento!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *