Recensione: “Appunti sulla felicità” – Jacopo Ratini

Jacopo Ratini

Dopo “Ho fatto i soldi facili” del 2010 e “Disturbi di personalità” del 2013, l'ultima fatica di Jacopo Ratini è “Appunti sulla felicità” (Atmosferica Dischi), disponibile dal 9 Novembre 2018. L'autore, che partecipò al 60° Festival di Sanremo nella categoria “Nuova generazione”, con questo album attesta un ulteriore guizzo verso la maturità che sfida le lusinghe del business e uno spessore  artistico al di sopra della media. Ad anticipare questo lavoro il singolo “Cose che a parole non so dire”, una canzone che colpisce per la sua leggerezza e semplicità e che ha già raggiunto un considerevole numero di visualizzazioni su Youtube e di ascolti su Spotify. 

Tutto il disco viene scritto mantenendo questa linea di condotta, rendendo così il messaggio trasmesso dal cantante umile e ricco di significato. Le tracce riflettono sul senso della felicità nel mondo contemporaneo, lasciando ampio spazio alla narrazione di eventi personali. Colpisce la dolcezza di “Parlo all'infinito”, una tenera canzone che descrive la positività che una persona è riuscita a far entrare nel cuore dell'amato. Più tagliente invece è “L'amore che sfonda”, che trasmette le difficoltà che si possono incontrare quando si sperimenta un “amore in tempesta”. 

Con “Appunti sulla felicità” Jacopo Ratini presenta canzoni essenzialmente pop che mantengono l'eco di un cantautorato ricercato e onesto: un binomio che addolcisce la pillola, colpendo l'ascoltatore nell'intimo.

  • - 8/10
    8/10
8/10

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *